Il vizio di mente nel soggetto affetto da Parkinson che assume una terapia dopaminergica - Tribunale

La Sentenza prende in esame un caso del tutto particolare di vizio di mente. La vicenda sottoposta al Giudice in composizione monocratica riguardava un’ipotesi di 493 ter c.p. in quanto l’imputato, che viveva temporaneamente da un’amica, avrebbe utilizzato indebitamente la carta di debito della propria ospite per procurarsi del denaro destinato a saziare il suo bisogno di gioco d’azzardo. L’imputato, soggetto già dichiarato ludopatico ed in cura al SER.D., dimostrava nel corso del giudizio di aver assunto un farmaco dopaminergico somministrato per la cura del morbo di Parkinson. Secondo la letteratura medica quel farmaco ha tra le sue controindicazioni (soprattutto ad alti dosaggi) effetti c

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
© 2016-2020 FMT Avvocati - All Rights Reserved